ClickCease

• COME SCEGLIERE IL FONT ADATTO AL TUO BRAND •

La scelta dei font del marchio non riguarda solo l’estetica. La tipografia influenza in modo significativo l’aspetto complessivo dell’identità di marca e il modo in cui le persone percepiscono e interagiscono con l’azienda.

Quando si sceglie un font, si crea infatti il modo in cui il marchio viene percepito. Noi di Flyerbox lo sappiamo e la nostra esperienza ci permette di garantire progetti unici, memorabili e tagliati su ogni esigenza dalla tipografia al design dei loghi per la tua brand identity.

In questo articolo scoprirai tutto quello che c’è da sapere sui font di marca, il loro impatto sulle percezioni dei consumatori e quali risorse pratiche possono aiutarti a scegliere la tipografia per il tuo marchio. Alla fine, sarai in grado di prendere una decisione informata e di avere un font che si adatti alla personalità unica del brand e che entusiasmi il pubblico di riferimento.

Se stai cercando ispirazione per costruire o rinnovare la tua identità visiva a partire dal font, sei nel posto giusto: segui i nostri consigli e rendi unica l’immagine coordinata del tuo brand.

Le regole di un buon carattere

Prima di iniziare una precisazione. Sebbene si usi spesso il termine font (anche noi lo faremo nel corso dell’articolo) quello che si cerca in questo caso è il carattere tipografico. Perché? Semplicemente, un carattere tipografico (famiglia di caratteri), ad esempio Futura, comprende un’intera gamma di stili, mentre un font si riferisce a uno solo di questi stili, ad esempio “Futura Regular”.

La tipografia di un marchio deve essere sufficientemente flessibile per un’ampia gamma di utilizzi diversi e consentire applicazioni future. Pertanto, valutare un carattere tipografico per un marchio è la scelta più appropriata.

Scegliere un carattere che incarni il tuo marchio può aiutarti a far crescere il tuo business in termini di brand awareness e di vendite, ma farlo bene è importante.

La scelta (o la progettazione) di un font in modo professionale infatti richiede il coinvolgimento di professionisti in ambito di grafica e marketing interni all’azienda oppure ci si può affidare all’esperienza e la competenza di uno studio di progettazione grafica proprio come Flyerbox.

Qui ti illustriamo le migliori prassi per scegliere un carattere tipografico adatto al brand, solo seguendole passo dopo passo potrai avere un font che rispecchi totalmente l’identità del brand.

Un buon font di marchio trova il perfetto equilibrio tra unicità, leggibilità e armonia con l’identità generale del marchio.

Ecco alcuni fattori da considerare nella scelta dei font del marchio:

. Allineamento con l’identità del marchio

Il font, o la combinazione di font, deve riflettere la personalità, i valori e il posizionamento del marchio. Che il brand sia moderno e innovativo, tradizionale e affidabile, o creativo e giocoso, le caratteristiche del font devono corrispondere all’immagine del marchio.

. Coerenza

Come il logo, la palette di colori del marchio e altri elementi visivi, anche i caratteri del marchio devono contribuire a esprimere la sua identità unica. La coerenza gioca un ruolo fondamentale in questo senso. La coerenza è fondamentale per costruire un marchio forte e anche il font scelto deve rispecchiarla. Scegli uno o due font da utilizzare in tutti i punti di contatto del brand, sia digitali che cartacei, e usa solo questi. Assicurati che i font del tuo marchio siano utilizzati in modo coerente, anche quando sono coinvolti più designer. Crea una guida allo stile del marchio come riferimento per specificare i font e il loro utilizzo. Utilizzando gli stessi font in tutti i punti di contatto, si crea un’esperienza coerente per ogni interazione con il marchio. Nel tempo, questa coerenza rafforza la riconoscibilità del marchio e ne facilita l’identificazione. Inoltre, trasmette un senso di affidabilità e dimostra che il marchio è una costante di cui ci si può fidare.

. Adattabilità alla crescita del brand

Controparte della coerenza è il cambiamento nel tempo. Scegli un font che possa adattarsi alla crescita futura della tua azienda. Ad esempio, alcuni font supportano lingue e caratteri diversi, come il cinese o il giapponese. È rilevante per il tuo marchio espanderti in quei mercati?

. Distintività

Un buon font deve distinguersi chiaramente ed essere facilmente riconoscibile. Grazie a caratteristiche uniche, un font può aiutare le persone a ricordare e identificare il marchio. Il design del tuo font è fondamentale per ritagliare la tua nicchia, così come la creazione di una proposta di valore unica. Evita di usare font uguali a quelli dei competitor o riconoscibili per altri brand. Non eccedere però nella bizzarria: la semplicità è fondamentale nel design dei font. Puntare a un design pulito e ordinato che comunichi l’identità del marchio nel modo più diretto possibile è la regola aurea. L’obiettivo è che le persone riconoscano e comprendano immediatamente il font del marchio. Prendiamo ad esempio il font di Ikea. La sua semplicità lo rende unico e iconico.

. Senza tempo

Come il logo, anche un brand font deve essere iconico e senza tempo. Un carattere senza tempo significa che non passerà mai di moda. Un modo per garantirlo è quello di stare alla larga dalle tendenze di design più in voga del momento (che prima o poi passeranno di moda). Opta per un design semplice e autentico che possa rappresentare il tuo marchio per gli anni a venire. Per questo ti consigliamo di affidarti a professionisti in grado di guidarti nel processo di progettazione del font attraverso la ricerca, la concettualizzazione, l’indagine sulla concorrenza, seguendoti e consigliandoti passo dopo passo verso il perfezionamento del design scelto.

. Leggibilità

Per essere memorabile e riconoscibile il font deve essere soprattutto facile da leggere. Deve essere leggibile su tutti i supporti, in diverse dimensioni e su tutti i tipi di sfondo. La leggibilità ha la priorità sulla distintività, soprattutto nel corpo del testo. Se la riconoscibilità è importante nel branding, la leggibilità è fondamentale. Assicurati che i caratteri del tuo marchio siano leggibili su tutti i supporti, su carta e sulle diverse piattaforme digitali e in tutte le dimensioni.

. Versatilità

Il font scelto deve funzionare bene in diverse applicazioni, su diversi dispositivi e dimensioni dello schermo. Ricorda che questa caratteristica deve essere sempre presente anche se usi diversi stili, ad esempio il corsivo per enfatizzare il testo. Se possibile, scegli un carattere che offra un’ampia gamma di pesi e stili. Il font deve essere abbastanza versatile da funzionare su più supporti, con diversi sfondi e colori. Testalo su più sfondi e supporti per garantire leggibilità e chiarezza in tutti i possibili scenari. Ciò significa che dovrai valutare i diversi stili tipografici per adattarsi a qualsiasi situazione.

. Capacità di abbinamento

Molti marchi utilizzano un mix di caratteri per creare variazioni, gerarchia e movimento. Il nostro consiglio è scegliere un font dominante per i titoli e un font complementare per il testo del corpo. Se utilizzi due font, assicurati che si completino a vicenda e formino una coppia armoniosa. Accoppia i font che creano contrasto ma si completano a vicenda. Ad esempio:

  • Combina diverse classificazioni, come i font serif e sans-serif.
  • Scegli font che hanno la lettera “x” di uguale altezza, questo crea maggiore leggibilità e armonia.
  • Scegli font con una tensione simile.
  • Usa pesi diversi per una migliore gerarchia visiva.
  • Combina font con proprietà simili. Ad esempio, font dello stesso designer.

. Accessibilità

Assicurati che i font scelti soddisfino gli standard di accessibilità, in modo che i contenuti siano accessibili a tutti gli utenti, comprese le persone con disabilità visive. Material Design Tool è una risorsa utile per quanto riguarda l’accessibilità del web.

. Licenze

Per evitare problemi legali, devi sempre assicurarti di avere la giusta licenza per utilizzare la famiglia di font. I termini di licenza dei font possono variare a seconda del fornitore e dell’uso previsto (personale, commerciale, web, stampa, ecc.). In alternativa, puoi prendere in considerazione font open source o, ancora meglio, puoi far creare il tuo carattere personalizzato. Discuteremo questo argomento in modo più dettagliato nel prossimo articolo.

I 6 passi per scegliere il tuo font

Lo abbiamo detto sin dall’inizio: il font, come il logo, è un collegamento diretto al brand e deve rispecchiare i suoi valori e obiettivi, perché veicola ciò che rappresenta un’azienda al mondo esterno.

Il font dà carattere ai testi ed è uno dei punti con cui un utente entra in contatto, e contribuisce a distinguere l’attività dai vari competitor. Per questo motivo devi mettere in campo le migliori pratiche e strategie per scegliere un font che possa ispirare fiducia e permettere a chi lo guarda di riconoscere l’azienda con effetto immediato. Qui ti illustriamo le principali regole da seguire durante la scelta del carattere tipografico per il tuo marchio.

1. Conosci il tuo marchio

Prima di passare alla selezione dei font, è fondamentale sviluppare una chiara comprensione del marchio. Questa base deve guidare la scelta del font. Inizia rispondendo alle seguenti domande:

  • Qual è la missione del marchio?
  • Quali valori fondamentali rappresenta il marchio?
  • Chi è il pubblico di riferimento?
  • Come si presenta il panorama competitivo e cosa differenzia il tuo marchio?
  • Quale personalità unica incarna il vostro marchio?

Il design del font deve essere coerente con la percezione che hai del tuo marchio e con quella che ne hanno i tuoi clienti. Per questo devi metterti nei panni di chi vuoi raggiungere con il tuo font. Dovrai considerare le buyer personas del tuo pubblico di riferimento, facendo ricerche sui dati demografici e sugli interessi dei potenziali clienti. Solo così potrai soddisfare le loro aspettative ed esigenze nel type design.

2. Definisci gli obiettivi dei font

Stabilisci obiettivi chiari per il font o i caratteri del tuo marchio. Per capirlo, prova a rispondere alle seguenti domande:

  • Quali emozioni vuoi che il font evochi?
  • Come può trasmettere la personalità del tuo marchio?
  • Come si adatta ad altri elementi del marchio come il logo o il tone of voice?
  • Come può differenziare il marchio e renderlo riconoscibile?
  • Come può attrarre il pubblico?
  • Qual è il tuo budget e quali sono le vostre priorità: puoi acquistare un font a pagamento o farlo creare ad hoc per te?
  • Quali sono i punti di contatto con il tuo pubblico? Su quali piattaforme online userai il tuo font?

3. Fatti ispirare

Informati, studia e fatti ispirare da diverse fonti per trovare il font più adatto al tuo marchio. Ricorda che la scelta del font deve riflettere la personalità del marchio. Per i marchi giocosi, potrebbero essere appropriati font eccentrici. I marchi di lusso potrebbero optare per font più classici. Guarda il nostro portfolio, scopri alcuni dei nostri più importanti progetti, le aziende con cui abbiamo collaborato e i risultati che abbiamo ottenuto.

4. Studia il mondo dei caratteri

La tipografia è un modo meraviglioso e ogni famiglia di caratteri ha le sue specifiche caratteristiche, capaci di evocare specifiche emozioni e ricordare particolari contesti. Nella scelta del tuo font ideale, ti consigliamo di studiare i principali elementi che distinguono i font per prendere confidenza con l’ampia scelta che avrai a disposizione. Per darti un’idea, considera le quattro categorie principali: Serif, Sans Serif, Script e Display. Ciascuna categoria ha un’atmosfera propria:

  • I font serif trasmettono tradizione e formalità.
  • I font sans-serif rappresentano modernità e semplicità.
  • I font Script possono essere percepiti come eleganti e artigianali.
  • I font Display possono essere lussuosi, decorativi e accattivanti.

5. Testa

I font possono essere visualizzati in modo diverso su piattaforme e dispositivi diversi. Assicurati che quelli che ti ispirano siano coerenti con tutti i media, sia sullo schermo che sulla stampa. In particolare testa il font su diversi browser, sistemi operativi e dispositivi. Assicurati che la leggibilità rimanga costante dai banner sul sito agli schermi degli smartphone.

6. Cerca un aiuto professionale

Scegliere un carattere che incarni il tuo marchio può aiutarti a far crescere il tuo business in termini di brand awareness e di vendite, ma farlo bene è importante. La scelta (o la progettazione) di un font in modo professionale infatti richiede il coinvolgimento di professionisti in ambito di grafica e marketing interni all’azienda oppure ci si può affidare all’esperienza e la competenza di uno studio di progettazione grafica proprio come Flyerbox. Questo può guidarti attraverso il processo e assicurarsi che le tue scelte siano in linea con il tuo marchio.

Per concludere

Hai bisogno di un carattere tipografico per la tua comunicazione? Oppure hai già un font e un logo ma desideri modernizzarti attraverso uno strategico processo di restyling? Affidati alla nostra professionalità e ai nostri servizi dedicati, contattaci e richiedi un preventivo senza impegno. Siamo al servizio del tuo business.

Affidati a noi di Flyerbox e al nostro staff di grafici e designer altamente specializzati: avrai a disposizione i migliori professionisti per la tua identità visiva unica, accattivante e memorabile.

Curiosità

Come è stato creato il logo di Ikea? Ce lo dice Ikea stessa.
“Agli inizi, alcuni giornali usavano blocchi per stampare i loghi aziendali nelle pubblicità, altri usavano uno stampo a matrice. Ecco perché il logo IKEA ha questo aspetto. Abbiamo aggiunto dei piccoli serifs (piccoli tratti nella parte superiore e inferiore delle lettere) a un carattere Futura extra grassetto. In questo modo il contorno delle lettere non sarebbe apparso sfocato dopo essere stato usato per stampare migliaia e migliaia di annunci. Questo carattere si chiama IKEA Sans ed è stato disegnato da Robin Nicholas.”

LINK VELOCI

Portfolio

INDIRIZZI

Sede Emilia Romagna

Via Ungheria 22, Cento (FE) – 44042
Tel: 051 4086022
E-mail: info@flyerbox.it

Sede Puglia

Viale Aldo Moro 28, Latiano BR – 72022
Tel: 051 4086022
E-mail: info@flyerbox.it

NEWSLETTER

Iscriviti subito alla newsletter e ricevi un buono di benvenuto da 5 Euro per il tuo prossimo ordine.

© Copyright 2022 Flyerbox S.r.l.s. Partita IVA/Cod. Fisc. 02528180744 
Privacy Policy | Cookie Policy