ClickCease

• COME USEREMO GOOGLE NEL 2024 •

Per più di vent’anni Google ha ridefinito continuamente ciò che un motore di ricerca può fare, a partire dalla missione di organizzare le informazioni del mondo e renderle universalmente accessibili e utili.

Oggi il web e la ricerca stanno facendo continui progressi, in particolare nel campo dell’intelligenza artificiale. Le applicazioni dell’IA possono essere degli ottimi strumenti che ci aiutano a comprendere meglio le informazioni nelle loro molteplici forme, che si tratti di testo, audio, immagini o video.

Questa tecnologia ha reso più facile esprimere ciò che si sta cercando in modi più naturali e intuitivi. Ad esempio, è possibile effettuare ricerche con la voce o con la fotocamera. Inoltre la capacità dell’intelligenza artificiale generativa di comprendere il linguaggio umano permette di porre domande su Search in modo più naturale.

In definitiva, Google sta creando un futuro in cui sia possibile effettuare ricerche in qualsiasi modo e ovunque si desideri.

In questo articolo ti introdurremo alle novità più importanti e scoprirai come potrai usarle per cogliere maggiori opportunità per il tuo sito e le attività SEO.

La nuova esperienza di ricerca con SGE

Nel maggio 2023, Google ha lanciato Search Generative Experience (SGE) per migliorare la ricerca su Google con l’intelligenza artificiale generativa.

La Search Generative Experience (SGE) di Google in questi mesi sta continuando a evolversi con l’aumento dell’interesse dei consumatori per la ricerca basata sull’intelligenza artificiale.

L’attenzione di Google per il miglioramento della ricerca con l’IA, compresi tempi di risposta più rapidi e nuovi formati pubblicitari, dimostra il passaggio a esperienze di ricerca potenziate dall’IA.

Il panorama in evoluzione dell’IA nella ricerca comprende nuove opportunità per la scoperta di contenuti, cambiamenti nei formati pubblicitari e il potenziale impatto sul traffico di ricerca organico.

Contentdectorai ha condotto uno studio su varie categorie utilizzando le ricerche abilitate da SGE. Il 77,8% ha visualizzato risultati con l’intelligenza artificiale. I risultati delle categorie Moda e Tecnologia presentano risultati generati dall’intelligenza artificiale rispettivamente al 99% e al 93%, mentre Sport e Finanza si attestano al 48% e al 51%. Sorprendentemente, anche la categoria Salute ha l’86% dei risultati generati dall’IA.

Secondo un sondaggio condotto su 2.205 adulti negli Stati Uniti, il prodotto dotato di intelligenza artificiale a cui le persone sono più interessate è la ricerca.

Nell’elenco dei prodotti AI sono inclusi anche gli assistenti intelligenti potenziati dall’AI, i consigli per gli acquisti e gli annunci pubblicitari.

Per quanto riguarda l’adozione della ricerca basata sull’intelligenza artificiale, il 40% dei millennial è disposto a passare a un’esperienza come quella di Google SGE.

Per Google il 2024 è l’anno dell’IA generativa nella ricerca

Il CEO di Google Sundar Pichai ha descritto l’evoluzione della ricerca con l’IA generativa come una delle principali priorità di Google.

SGE utilizza la potenza dell’IA generativa per rendere la ricerca ancora più naturale e intuitiva. Il feedback degli utenti è stato finora molto positivo.

SGE risponde alle domande e fornisce nuovi percorsi agli utenti della ricerca. È in grado di rispondere meglio alle domande con cui le persone si rivolgono a noi oggi, ma anche di sbloccare tipi di domande completamente nuovi a cui la ricerca può rispondere. Sostiene Pichai:

“Abbiamo scoperto che l’intelligenza artificiale generativa è in grado di collegare i punti per le persone durante l’esplorazione di un argomento o di un progetto, aiutandole a soppesare più fattori e preferenze personali prima di fare un acquisto o prenotare un viaggio. Consideriamo questa nuova esperienza come un altro punto di partenza per l’esplorazione del web, che consente agli utenti di approfondire un argomento. Sono orgoglioso dell’eccellenza ingegneristica alla base dei nostri progressi.”

Google infatti sta lavorando per aumentare la velocità delle risposte dell’intelligenza artificiale nella ricerca e dare priorità agli approcci che inviano traffico prezioso e supportano un web sano e aperto.

“Con l’IA generativa applicata alla ricerca, possiamo soddisfare una gamma più ampia di esigenze informative e rispondere a nuovi tipi di domande, comprese quelle che beneficiano di prospettive multiple. Con SGE stiamo facendo emergere un maggior numero di link e stiamo collegando una gamma più ampia di fonti nella pagina dei risultati, creando nuove opportunità di scoperta dei contenuti”, conclude Pichai.

La ricerca per immagini: Circle to Search

Circle to Search è un nuovo modo per cercare qualsiasi cosa sullo schermo di un telefono Android senza dover cambiare app. Con un semplice gesto, si possono selezionare immagini, testo o video, cerchiando, evidenziando, scarabocchiando o toccando, per trovare le informazioni di cui si ha bisogno.

La necessità di questa nuova tecnologia per la ricerca è stata così descritta dal team di Circle to Search:

“Quando qualcosa cattura il vostro interesse (come questi adorabili occhiali per cani), può essere fastidioso interrompere quello che state facendo e usare un’altra app o un altro browser per iniziare a cercare informazioni. Ma ora, sia che stiate messaggiando con gli amici, navigando sui social media o guardando un video, potete cercare quello che c’è sul vostro schermo proprio quando la curiosità vi assale. Gli annunci di ricerca e shopping continueranno ad apparire in spazi pubblicitari dedicati all’interno della pagina dei risultati.”

Circle to Search è stato lanciato a livello globale su alcuni smartphone Android premium il 31 gennaio, a partire dal Pixel 8, dal Pixel 8 Pro e dalla nuova serie Samsung Galaxy S24. 

Punta la fotocamera, fai una domanda e ricevi aiuto dall’IA

Nel 2022 Google ha introdotto la ricerca multipla in Lens come nuovo modo di effettuare ricerche multimodali, sia con immagini che con testo. Da quando è stata lanciata, la ricerca multipla è stata la migliore per affinare le query visive, come cercare una foto di scarpe da ginnastica rosse con Lens e aggiungere la parola “blu” per trovarle del colore preferito. Ma ora, grazie ai recenti progressi dell’intelligenza artificiale generativa, la ricerca multipla rende l’esplorazione del mondo più facile che mai.

Ora infatti basta puntare la fotocamera (o caricare una foto o uno screenshot) e fare una domanda utilizzando l’app Google: la nuova esperienza di ricerca multipla mostrerà risultati con approfondimenti basati sull’intelligenza artificiale che vanno oltre le semplici corrispondenze visive. In questo modo è possibile porre domande più complesse o sfumate su ciò che si vede e trovare e comprendere rapidamente le informazioni chiave.

“Ad esempio, immaginate di trovarvi in un mercatino e di imbattervi in un gioco da tavolo sconosciuto. Non ci sono né scatola né istruzioni, quindi vengono subito in mente alcune domande: Che cos’è questo gioco e come si gioca? È qui che la nuova esperienza di ricerca multipla può aiutare. Basta scattare una foto del gioco, aggiungere la domanda (“Come si gioca?”) e si otterrà una panoramica alimentata dall’intelligenza artificiale che raccoglie le informazioni più rilevanti da tutto il web. In questo modo è possibile scoprire rapidamente come si chiama il gioco e come si vince. Inoltre, grazie alla panoramica alimentata dall’intelligenza artificiale, è facile approfondire con i link di supporto e ottenere tutti i dettagli.”

Per poter provare questa nuova esperienza in anteprima nell’app di Google, bisogna aderire a Search Generative Experience (SGE). Per iniziare, basta cercare l’icona della fotocamera Lens nell’app Google per Android o iOS. Sarà inoltre possibile accedere a panoramiche potenziate dall’intelligenza artificiale sui risultati di più ricerche all’interno di Circle to Search.

Per concludere

Siamo giunti alla fine della nostra introduzione alle principali tendenze della ricerca web per il 2024. Puoi aspettarti di vedere quasi tutte queste tendenze dominare il settore in questo anno.

Gli aggiornamenti di oggi renderanno la ricerca ancora più naturale e intuitiva, ma è solo l’inizio. Per provare le ultime funzionalità che Google sta testando, puoi partecipare all’esperimento SGE.

Se vuoi apportare modifiche a un sito web, rinnovarlo completamente o progettarne uno da zero, dovresti tenere a mente le tendenze sopra citate.

Sia che tu includa tutte le tendenze nei tuoi progetti per il 2024, sia che le monitori con calma prima di incorporarle nei tuoi progetti, saremo entusiasti di affiancarti e offrirti le migliori soluzioni per il tuo web design.

Scegli il nostro servizio di digital marketing e sfrutta la nostra comprovata esperienza per inaugurare, migliorare e rendere unico il tuo sito nel 2024.

Curiosità

Cosa è l’intelligenza artificiale?
L’Information technology Artificial intelligence Management System (AIMS) definisce l'intelligenza artificiale come la capacità di un sistema informatico di mostrare capacità umane quali il ragionamento, l'apprendimento, la pianificazione e la creatività.

LINK VELOCI

Portfolio

INDIRIZZI

Sede Emilia Romagna

Via Ungheria 22, Cento (FE) – 44042
Tel: 051 4086022
E-mail: info@flyerbox.it

Sede Puglia

Viale Aldo Moro 28, Latiano BR – 72022
Tel: 051 4086022
E-mail: info@flyerbox.it

NEWSLETTER

Iscriviti subito alla newsletter e ricevi un buono di benvenuto da 5 Euro per il tuo prossimo ordine.

© Copyright 2022 Flyerbox S.r.l.s. Partita IVA/Cod. Fisc. 02528180744 
Privacy Policy | Cookie Policy