ClickCease

• COSA È VIDEO STORYTELLING E COME USARLO PER IL TUO BUSINESS •

Il video storytelling è l’arte di utilizzare mezzi video e audio per raccontare una storia che trasmetta i valori, la vision e la mission di un brand.

In sostanza, si tratta di creare una narrazione di marca utilizzando immagini in movimento e suoni, spesso arricchiti da testi ed effetti. Può trattarsi di un semplice video di promozione o di un’opera complessa come una pubblicità commerciale nelle sale di un cinema. L’aspetto chiave del video storytelling, qualunque sia il formato, è che accompagna lo spettatore in un viaggio, suscitando emozioni, provocando pensieri e portando infine a una determinata azione.

Per questo motivo l’arte del video storytelling è potente e la rende uno strumento di video marketing efficace per promuovere un marchio. Il video storytelling può aiutare i brand a rimanere impressi nella mente dei consumatori e oggi più che mai è necessario pubblicare video coinvolgenti per i consumatori, che sono inondati da livestreaming, video social di breve durata, video interattivi a 360 gradi, realtà aumentata e altro ancora.

Che tu sia principiante o abbia già esperienza, la maggior parte dei professionisti concorda sul fatto che iniziare può essere difficile.

Qui troverai una guida con i principali passi di una strategia di video storytelling di successo. Continua a leggere e scopri perché impostare la tua strategia di video storytelling e come ottenere il maggior ritorno sugli investimenti.

Storia, pubblico ed emozioni

Esistono numerosi tipi di video storytelling, tra cui i video esplicativi, i filmati sul marchio, i video di testimonianza dei clienti, i video didattici, gli spot narrativi, le storie animate e altri ancora.

Qualunque sia il tipo è importante aver prima fatto le dovute ricerche e creato una strategia.

La strategia di video marketing sarà in definitiva la stesura di ciò che ti guiderà: il target, gli obiettivi, il budget, le tempistiche, i processi di produzione, la creatività e altro ancora.

1. Crea la tua strategia di video marketing

La stesura di questo piano e la sua riuscita sono la fase preliminare del processo di creazione di un video. Prima di entrare nello specifico del video storytelling, ecco una panoramica dei sei passi di una strategia di video marketing:

  1. Partire dagli obiettivi del video.
  2. Trovare il pubblico di riferimento.
  3. Capire quale storia si vuole raccontare.
  4. Mantenere i requisiti creativi in linea con gli obiettivi.
  5. Rispettare le tempistiche.
  6. Stabilire e mantenere un budget

Se non lo hai fatto, leggi l’articolo precedente: trovi tutti i dettagli per creare una strategia di video marketing.

 

2. Cattura e mantieni l’attenzione del pubblico

La competizione per catturare l’attenzione del pubblico è più feroce che mai in un mondo che genera circa 2,5 quintilioni di byte di dati al giorno e con 500 ore di video caricati su YouTube ogni minuto in tutto il mondo. In mezzo a questa saturazione di contenuti, il video storytelling è un approccio unico per catturare e mantenere l’attenzione degli spettatori. Le storie incentrate sulle emozioni stimolano ossitocina, un ormone prodotto quando ci viene dimostrata fiducia o gentilezza, favorendo la cooperazione. In parole povere, il neuromarketing dimostra che la creazione di una narrazione emotiva intorno a un prodotto o a un marchio coinvolge e affascina il pubblico.

Attenzione: la lunghezza di un video deve essere determinata dalla storia che deve raccontare. Tuttavia, come regola generale, per le piattaforme online è meglio che sia più breve. I video più efficaci vanno dai 60 ai 120 secondi.

 

3. Crea una narrazione in base al brand

La scelta del tipo di narrazione per il tuo contenuto video è un passo essenziale. Si può optare per una narrazione lineare, in cui la storia si svolge in modo sequenziale, o per una narrazione non lineare, in cui la storia passa da una linea temporale all’altra, aggiungendo un elemento di suspence.

In alternativa, potresti scegliere una narrazione che segue un personaggio che si sforza di raggiungere un obiettivo o una narrazione di più punti di vista che presentano diverse prospettive di clienti o dipendenti. Tutto deve allinearsi all’identità di marca e alla tua brand identity. Una volta decisi la storia e lo stile narrativo, puoi passare alla stesura della sceneggiatura che servirà da spina dorsale per il video.

 

4. Racconta il tuo prodotto per renderlo memorabile

Gli elenchi di informazioni possono essere utili, ma quando vengono presentati come una storia, diventano più interessanti e più facili da ricordare. Per questo motivo i grandi marchi fanno spesso leva su uno storytelling avvincente nei video pubblicitari dei nuovi prodotti, scegliendo di intrecciare le caratteristiche e i vantaggi all’interno della narrazione piuttosto che presentarli come un arido elenco. Questo approccio aiuta lo spettatore a trattenere le informazioni, rendendo il messaggio del marchio più incisivo. Apple, a partire dallo storico spot del 1984, è un ottimo esempio di marchio che incorpora abilmente il video storytelling nelle sue campagne di marketing.

Attenzione però a non commettere gli errori più comuni quando si fa video storytelling, cioè rendere il video troppo incentrato sulle vendite, non riuscire a coinvolgere il pubblico, creare un video troppo lungo o troppo complesso e non avere un chiaro invito all’azione.

 

5. Rendi umano il tuo brand attraverso la connessione emotiva

Il video storytelling contribuisce in modo significativo a rendere un marchio più umano. Le persone tendono a non affezionarsi ad aziende impersonali e senza volto, e lo storytelling offre un modo per mostrare il lato più caldo di un marchio. Sfruttando il potere del video storytelling, i marchi possono connettersi a livello personale con il pubblico, promuovendo un senso di fiducia. Questa strategia consente ai marchi di fare appello alle emozioni degli spettatori, aiutandoli a entrare in connessione con i loro valori e stabilire una relazione più profonda e umana con il pubblico.

Distribuzione, canali e budget

La narrazione visiva è anche un’arte ma per padroneggiarla è necessario un approccio strategico che incorpori diversi fattori e tecniche. Ecco una serie di consigli per creare una strategia di video storytelling accattivante.

1. Scegli i canali video giusti

Decidere su quali piattaforme pubblicare il video significa scegliere a quale pubblico rivolgerti. Le diverse piattaforme di social media si rivolgono a diversi gruppi demografici e creano differenti aspettative nel pubblico. Un video destinato a TikTok, per esempio, può richiedere un approccio diverso rispetto a un video su LinkedIn. La comprensione della piattaforma di destinazione ti aiuterà a modellare di conseguenza il formato del video.

 

2. Investi in attrezzature di qualità

Anche se hai un budget limitato, ti consigliamo di investire in un’attrezzatura di qualità che si adatti alle tue esigenze. Ricorda che non è sempre necessaria un’attrezzatura costosa e professionale; a volte una fotocamera per smartphone di alta qualità e una buona illuminazione naturale possono bastare. Munisciti di una buona videocamera, di un microfono e di un impianto di illuminazione, tenendo presente che per ottenere un risultato migliore è consigliabile investire nell’aiuto di professionisti del settore.

 

3. Fai riprese extra

Quando si tratta di filmare, è bene tenere sempre la videocamera accesa per catturare filmati extra, che potrebbero tornare utili in fase di post-produzione. Non esitare a rigirare le scene per ottenere risultati ottimali e, se utilizzi immagini di repertorio, assicurati che siano di alta qualità e si integrino perfettamente con le tue riprese.

 

4. Cura il montaggio

La post-produzione è fondamentale quanto le riprese. È durante il montaggio che la storia del video prende forma. Assicurati che ogni frame rappresenti una singola idea, utilizza transizioni e tecniche di passaggio da una inquadratura all’altra per aggiungere ritmo e spingere lo spettatore a guardare tutto il video. Se puoi, incorpora i sottotitoli per aumentare il coinvolgimento degli spettatori. I video con i sottotitoli tendono ad avere tassi di completamento delle visualizzazioni superiori dell’80%. Ricorda di concludere il video con un chiaro invito all’azione, guidando gli spettatori verso l’azione desiderata.

 

5. Distribuisci e promuovi il video

Una volta che il video è pronto, è importante distribuirlo sui tuoi canali di video marketing. Anche se il video è stato progettato principalmente per una piattaforma come YouTube, considera la possibilità di riproporlo per altre piattaforme di social media. Ricorda che il tuo impegno non deve finire una volta pubblicato il video. Rispondi ai commenti al video e valuta le metriche di gradimento per conoscere le reazioni del tuo pubblico e favorire una migliore connessione con i tuoi spettatori.

Per concludere

La crescita del video marketing rappresenta un’opportunità unica per tutti, anche per te. Poiché i consumatori continuano a preferire i video ad altre forme di contenuto, si aspettano che i marchi di ogni dimensione e settore utilizzino i video. Le piattaforme danno sempre più priorità ai contenuti video e anche i nuovi dispositivi, come i telefoni e i tablet, sono sempre più pensati per i contenuti video. Ciò significa che dovrai sfruttare questo straordinario strumento di marketing per essere competitivo. Più aspetti, più clienti perderai.

Affidati a noi di Flyerbox: con il nostro servizio di video marketing possiamo seguirti nella realizzazione della strategia più adatta alle tue esigenze con la certezza di avere il supporto della nostra professionalità ed esperienza.

Curiosità

Qual è il primo video che ha reso famosa Apple?
Nel 1984 fa la Cbs trasmise la pubblicità del primo Macintosh durante la finale del Superbowl. Steve Jobs ne era entusiasta. Il consiglio di amministrazione dell’azienda, invece, si era opposto alla messa in onda e fece di tutto per bloccarlo ma non ci riuscì. Fortunatamente.

LINK VELOCI

Portfolio

INDIRIZZI

Sede Emilia Romagna

Via Ungheria 22, Cento (FE) – 44042
Tel: 051 4086022
E-mail: info@flyerbox.it

Sede Puglia

Viale Aldo Moro 28, Latiano BR – 72022
Tel: 051 4086022
E-mail: info@flyerbox.it

NEWSLETTER

Iscriviti subito alla newsletter e ricevi un buono di benvenuto da 5 Euro per il tuo prossimo ordine.

© Copyright 2022 Flyerbox S.r.l.s. Partita IVA/Cod. Fisc. 02528180744 
Privacy Policy | Cookie Policy