ClickCease

• SITO E-COMMERCE: COSA È E PERCHÉ AVERLO •

Se sei un artigiano, hai un’attività commerciale o sei un libero professionista, probabilmente hai pensato di avviare il tuo sito e-commerce.

In questo articolo scoprirai che cos’è un sito di vendite online, come funziona e perché è fondamentale per ogni tipo di business avere una presenza (anche) sul web. Leggendo questo articolo, potrai comprendere meglio le potenzialità di un sito e-commerce e come può aiutarti a far crescere la tua attività.

Cosa è l’e-commerce

E-commerce sta letteralmente per “commercio elettronico” cioè l’acquisto e la vendita di beni e servizi online attraverso diverse piattaforme e tecnologie digitali: siti web, applicazioni mobile, social media e altri canali digitali.

Liberi professionisti, piccole imprese e grandi aziende negli ultimi decenni hanno tratto grandi vantaggi dall’e-commerce: consente loro di vendere i propri beni e servizi su una scala che non era possibile con la tradizionale vendita al dettaglio offline.

Si prevede che il mercato globale dell’e-commerce al dettaglio registrerà una crescita significativa nei prossimi anni. Le vendite totali di e-commerce hanno superato i 5,5 trilioni di dollari nel 2022 e continueranno a crescere fino a superare gli 8 trilioni di dollari nel 2026.

I diversi tipi di e-commerce

Facciamo il punto prima di andare avanti. Un’attività di e-commerce è quella in cui l’acquisto e la vendita di beni o servizi avvengono tramite Internet.

Il costo di avvio di un sito e-commerce varia a seconda del tipo di attività, dei servizi e dei prodotti offerti e della piattaforma che si sceglie di utilizzare. In generale, si può prevedere di spendere da poche centinaia a diverse migliaia di euro per avviare la propria attività di e-commerce.

Esistono quattro principali modelli di e-commerce che possono descrivere quasi tutte le transazioni che avvengono tra consumatori e aziende.

  1. Business to Consumer (B2C): Quando un’azienda vende un bene o un servizio a un singolo consumatore (ad esempio, si acquista un paio di scarpe da un rivenditore online).
  2. Business to Business (B2B): Quando un’azienda vende un bene o un servizio a un’altra azienda (ad esempio, un’azienda vende software per altre aziende).
  3. Consumer to Consumer (C2C): Quando un consumatore vende un bene o un servizio a un altro consumatore (ad esempio, si vendono i propri vecchi mobili su eBay a un altro consumatore).
  4. Consumer to Business (C2B): Quando un consumatore vende i propri prodotti o servizi a un’azienda (ad esempio, un influencer offre la promozione di un brand al proprio pubblico online in cambio di un compenso, oppure un fotografo concede in licenza le proprie foto a un’azienda).

Il commercio elettronico può assumere una varietà di forme che coinvolgono diverse relazioni e scambi tra imprese e consumatori.

Vediamo le principali:

  1. Vendita al dettaglio: La vendita di un prodotto da parte di un’azienda direttamente al cliente senza alcun intermediario.
  2. Vendita all’ingrosso: La vendita di prodotti all’ingrosso, spesso a un rivenditore (ad esempio Amazon) che poi li vende direttamente ai consumatori.
  3. Dropshipping: La vendita di un prodotto che viene fabbricato e spedito al consumatore da una terza parte.
  4. Crowdfunding: La raccolta di denaro dai consumatori prima che un prodotto sia disponibile, al fine di raccogliere il capitale iniziale necessario per produrlo.
  5. Abbonamento: L’acquisto automatico di un prodotto o di un servizio su base regolare fino a quando l’abbonato non sceglie di cancellarlo.
  6. Prodotti fisici: Qualsiasi bene tangibile che richieda il rifornimento delle scorte e la spedizione fisica degli ordini ai clienti man mano che vengono effettuate le vendite.
  7. Prodotti digitali: Ebook, audio e corsi digitali scaricabili e concessi in licenza d’uso.
  8. Servizi: Un’abilità o un insieme di abilità fornite in cambio di un compenso. Il tempo del fornitore del servizio può essere acquistato a pagamento.

Per concludere

Il commercio elettronico è un modello di business molto redditizio. Si possono realizzare profitti per milioni di euro all’anno. L’e-commerce però è un settore altamente competitivo, per cui è necessario rivolgersi alle persone con le competenze giuste per realizzare un sito di vendita online. Fallo anche tu, affidati a noi!

Il team di web designer di Flyerbox è a tua disposizione per realizzare il tuo e-commerce: accattivante dal punto di vista grafico, usabile e sempre aggiornato con contenuti di qualità e SEO oriented.

Curiosità

Qual è stata la prima vendita online?
La storia dell'e-commerce inizia con la prima vendita online: l'11 agosto 1994 un uomo comprò un CD di Sting attraverso il sito NetMarket, una piattaforma di vendita al dettaglio americana.

LINK VELOCI

Portfolio

INDIRIZZI

Sede Emilia Romagna

Via Ungheria 22, Cento (FE) – 44042
Tel: 051 4086022
E-mail: info@flyerbox.it

Sede Puglia

Viale Aldo Moro 28, Latiano BR – 72022
Tel: 051 4086022
E-mail: info@flyerbox.it

NEWSLETTER

Iscriviti subito alla newsletter e ricevi un buono di benvenuto da 5 Euro per il tuo prossimo ordine.

© Copyright 2022 Flyerbox S.r.l.s. Partita IVA/Cod. Fisc. 02528180744 
Privacy Policy | Cookie Policy